Se siete affascinati dal Portogallo e vorreste avvicinarvi alla sua cultura, Antonio Tabucchi è quello che fa per voi. Abile scrittore italiano, Tabucchi è riuscito a capire un ambiente inizialmente a lui estraneo, ma non troppo distante, e a permearvi fino a farlo diventare quasi la sua seconda patria. I suoi romanzi sono impregnati dell’essenza portoghese e con il suo stile rapido e profondo, riesce a far appassionare anche i più restii. Eccovi la recensione del suo libro più famoso: Sostiene Pereira.

Sostiene Pereira è il suo capolavoro. Utilizzando il discorso indiretto libero, che ricorda molto la tecnica di scrittura che ha reso celebre José Saramago, Tabucchi ci racconta la storia di Pereira, un uomo semplice, di mezza età, vedovo e senza figli, che dopo anni di onorata carriera come giornalista di cronaca nera per un importante giornale locale si ritrova a dirigere la pagina culturale del “Lisboa”, un giornale indipendente. Così, mentre fuori la Storia avanza verso la Seconda Guerra Mondiale e la resistenza alle dittature, Pereira si chiude nel proprio mondo fatto di necrologi, traduzioni e ricorrenze. E la sua vita continua a scorrere indisturbata e senza problemi fin quando non decide di assumere qualcuno che lo aiuti.

È cosi che conosce Marta e Monteiro Rossi, due giovani rivoluzionari animati dalla passione per la libertà, che si oppongono e combattono gli oppressori. Pereira diventa per loro un punto di riferimento, un aiuto indispensabile e loro, per lui, rappresentano non solo quei figli che non ha mai avuto, ma soprattutto il risvegliarsi della sua coscienza e, senza neanche rendersene conto, Pereira si ritrova a fare i conti con un nuovo “io egemone” che sta prendendo il sopravvento e che lo porta a prendere decisioni che mai avrebbe pensato di prendere.

Premi e riconoscimenti

Vincitore di due premi nazionali come il Viareggio-Rèpaci e il Campiello, e del Prix Européen Jean Monet, Sostiene Pereira dipinge alla perfezione gli animi tormentati di quel periodo, attraverso spunti di vita e storia reale uniti alla fantasia e alla meravigliosa penna di un artista. Racconta pensieri, stimola riflessioni. È uno di quei libri che dovrebbero essere presenti in ogni casa ed essere letti almeno una volta nella vita.

*Rosangela*

Lascia un commento